Pre ciclo: come cambia la pelle?

Pubblicato il: 28/05/2021 - Categorie: News

Il ciclo mestruale è una componente davvero particolare nella vita femminile. Dal pre ciclo alle altre fasi, l’organismo delle donne subisce una serie di effetti che spaziano dal semplice senso di stanchezza al gonfiore addominale, passando per la ritenzione idrica fino al mal di testa. Un insieme di disagi che gran parte delle donne conoscono bene, sperimentandoli in prima persona. Da questo contesto non è esclusa la cute. Ma come cambia la pelle nelle diverse fasi del ciclo mestruale?

Come cambia la pelle nelle diverse fasi del ciclo mestruale

come cambia la pelle durante le diverse fasi del cicloAnche sulla pelle si evidenziano manifestazioni specifiche dei sintomi del pre ciclo e del ciclo mestruale. I cambiamenti che si riscontrano sulla cute sono il frutto delle fluttuazioni ormonali che avvengono nella donna in questi momenti della sua vita. La pelle, in special modo quella del viso, subisce così diverse trasformazioni a seconda della specifica fase del ciclo mestruale. Dapprima si mostra elastica e radiosa. Successivamente diviene oleosa e contraddistinta dalla comparsa di brufoli pre ciclo. Infine, la cute si rivela disidratata, tendendo a irritarsi con una certa facilità.

Questi mutamenti si devono alla fluttuazione di estrogeni e progesterone, ormoni sessuali femminili, entrambi secreti dall’ovaio. Essendo soggetta a simili cambiamenti, nel corso del mese la pelle femminile necessita di trattamenti differenziati. Nella beauty routine ad hoc, particolare attenzione va rivolta alla crema viso che va scelta in base alla fase del ciclo ma si devono curare anche altri aspetti. 

Estrogeni e progesterone in azione

Durante il ciclo mestruale i livelli di estrogeni e progesterone si modificano costantemente, dando luogo a reazioni fisiologiche che possono interessare da vicino anche la pelle. Tra i loro effetti, i due ormoni favoriscono infatti la produzione di collagene e stimolano la sintesi di acido ialuronico, due sostanze che sono essenziali per la naturale bellezza e per la salute della pelle nel suo complesso.

Inoltre, estrogeni e progesterone accrescono la vascolarizzazione di mucose e tessuti, offrendo un importante contributo nel migliorare l’elasticità, la tonicità e lo spessore della cute.

Fase luteinica: cosa succede alla pelle in questa fase

La fase luteinica si verifica a partire dalla fine dell’ovulazione a poco prima dell’inizio delle mestruazioni. In questa fase si assiste a un graduale abbassamento dei livelli degli estrogeni che lasciano spazio al progesterone, ormone secreto dal corpo luteo (di qui il nome della fase). Obiettivo del progesterone è di preparare l’organismo alla gravidanza. Nel contempo, nel corpo femminile si assiste a un innalzamento dei livelli di testosterone.

Lo squilibrio che si viene a creare può dar luogo alla nota sindrome premestruale. Tra i vari sintomi del pre ciclo che si vengono a produrre anche la pelle può essere direttamente interessata, con una iperproduzione di sebo. La cute del viso si ritrova così oleosa e grassa e possono comparire brufoli pre ciclo, soprattutto sul mento e sull’area mandibolare, dando luogo a una forma di acne ormonale

Pre ciclo: strategia cosmetica

Come scegliere la crema viso in base alla fase mestruale

La strategia cosmetica va specificatamente studiata a seconda dei diversi cambiamenti ormonali riscontrati dalla donna durante l’intero ciclo mestruale. Alcuni specialisti hanno a tale proposito coniato il termine di “menstrual skincare”, una skincare ottimizzata in base alle esigenze che la cute femminile presenta nelle fasi cruciali del ciclo.

Sugli inestetismi che si evidenziano nella fase luteinica si può ad esempio intervenire con efficacia applicando maschere dermopurificanti. Grazie all’azione combinata di principi attivi quali il complesso Alusil, nato dall’unione sinergica di microspugne di argento e Alukina, argilla verde, moringa Oleifera e menta piperita, ALUSAC Maschera si dimostra un alleato perfetto per intervenire sulla oleosità e sull’acne pre ciclo.

Importante in questa fase è scegliere anche un buon detergente viso delicato. Le acque micellari hanno una formulazione particolarmente adatta per rispondere alle esigenze cutanee della pelle durante questa fase del ciclo mestruale, perché ricche di prebiotici naturali sostanze che aiutano a mantenere in equilibrio il microbioma cutaneo. 

Fase mestruale

Se la fecondazione non avviene, i livelli di estrogeni e progesterone iniziano ad abbassarsi e si verifica la mestruazione vera e propria, definita “fase mestruale”. L'abbassamento tanto del progesterone quanto del testosterone, determina una diminuzione dell’oleosità, limitando così la manifestazione di imperfezioni quali l’acne pre ciclo.

La pelle in questa fase risulta tuttavia particolarmente sensibile. I livelli degli estrogeni non sono ancora alti e per questo motivo le stesse difese cutanee si dimostrano abbassate, favorendo così la disidratazione con una pelle che tende a irritarsi con facilità.

Nella fase mestruale si può adottare un trattamento specifico con prodotti quali ALUSAC crema con Alusil, per offrire al viso una nuova beauty routine idratante e nel contempo lenitiva, capace di restituire alla pelle una sensazione di morbidezza e di leggerezza. Mentre per le pelli più sensibili che richiedono idratazione il perfetto alleato è H2+O crema viso idratante, dalla texture delicata e leggera ideale per mantenere l'idratazione superficiale e profonda anche in caso di pelle mista.

Fase follicolare

La fase follicolare va dal termine della mestruazione fino all’ovulazione. In questo lasso temporaneo a lavorare sono soprattutto gli estrogeni, la cui attività assicura il buon funzionamento dell'organismo femminile. Si produce a questo punto un effetto positivo anche sulla pelle che appare idratata, luminosa e radiosa, grazie alla accresciuta produzione di acido ialuronico e di collagene.

Nella fase follicolare la cute risulta quindi già piuttosto elastica e compatta. Si può comunque offrire un supporto aggiuntivo alla sua naturale bellezza, andando a migliorarne l’uniformità con un siero rigenerante. Ideale risulta Fospid Siero Attivo, che oltre a favorire l'attenuazione di eventuali discromie, previene lo stress ossidativo, supportando le cellule della pelle nel loro fisiologico processo di riparazione e di rigenerazione. 

Condividi

Aggiungi un commento

 (con http://)