A che età bisogna iniziare con la crema per la prevenzione delle rughe?

Pubblicato il: 24/03/2020 - Categorie: News

Perché parliamo di crema per prevenzione rughe e non di crema per eliminare le rughe? Perché purtroppo al momento non esistono ancora sieri della giovinezza e creme viso che possono cancellare l'esperienza dal tuo volto. Si può però giocare d'anticipo in base al tipo di pelle e allo stile di vita per contrastare i segni del tempo sul viso.

Da cosa si riconosce la pelle sta che invecchiando?

Arrivano i 30, ti guardi allo specchio e cominci a notare rughe ben definite e non ti spieghi come sia successo. Da un giorno all'altro le rughe d'espressione si fanno più marcate, cominci a notare qualche macchia della pelle in più e il tono dell'ovale risulta più rilassato. I 20 anni sono ormai finiti e questo genera il solito dubbio amletico: quando cominciare con la crema per la prevenzione delle rughe? Molti dermatologi parlano di applicare una crema antirughe a partire dai 20 anni. Possibile e sicuramente utile: intorno ai 20/25 anni infatti la cute comincia a rallentare la produzione di collagene ed elastina, che come sappiamo sono due sostanze fondamentali per una cute giovane e luminosa.

La pelle del viso invecchia nello stesso modo per tutti?

Pelle secca o grassa: quale invecchia prima? Sicuramente chi ha una cute secca tende a mostrare i segni del tempo in maniera precoce. Quando la pelle è disidratata è infatti più vulnerabile all'attacco di agenti esterni come sole e smog, che favoriscono la comparsa di rughe e macchie cutanee. Cominciare con una crema per la prevenzione delle rughe può essere quindi un'ottima mossa per contrastare l'invecchiamento precoce di questo tipo di pelle. Ottimo potrebbe essere utilizzare anche una crema solare con SPF50 se già intorno ai 30 anni cominciano a far capolino le prime macchie scure sulla pelle. 

La pelle grassa è un'altra tipologia di pelle che causa spesso disagi, ma che proprio a causa dell'eccessiva produzione di sebo si mantiene più idratata e meno incline a presentare rughe e micro rughe intorno ai 20/30 anni. Infatti, in questi casi cominciare con una crema antirughe a 20 anni potrebbe essere fin troppo per la pelle. Le formulazioni antiaging hanno spesso texture corpose che possono risultare pesanti su una cute mista e grassa, ma se si vuole prevenire sin da subito l'aging è possibile chiedere consulto al proprio dermatologo per trovare il prodotto più adatto. Più la pelle è idratata e più i segni del tempo ritardano la loro comparsa.

Quali principi attivi ricercare nelle creme per la prevenzione delle rughe a 20 o 30 anni?

Ecco i principali criteri di cui tenere conto quando si sceglie crema viso antirughe per una ragazza di 20/30 anni:

  • TEXTURE: una crema antirughe a 20 anni deve avere una texture fresca e leggera che si assorbe subito in modo da agire anche come primer viso idratante prima del make up. Ottimi dunque i sieri viso antiage.
  • ATTIVI: tra gli attivi che svolgono un'ottima azione antiage e rigenerante in una crema per prevenzione delle rughe a 20 anni troviamo sicuramente le microsfere di acido ialuronico, sostanza fondamentale per idratare la pelle, meglio se accompagnata da deltalattone e coenzima Q10, il primo levigante e il secondo energizzante. Must have per la crema viso a 20 anni è poi la Fospidina, per rigenerare a fondo la pelle e prevenire anche inestetismi come lassità e primi cedimenti.

Quali creme viso scegliere per attenuare le rughe dopo la menopausa?

La menopausa è un momento critico per la bellezza di una donna poiché le attività cellulari, così come la produzione di estrogeni, si fermano e le conseguenze si possono riscontrare anche sulla pelle. Non esiste una crema antirughe per i 50 anni migliore in assoluto, ma in questa fase della vita di una donna la pelle può risultare più secca e per questo si preferiscono le creme con texture più corpose a base di microsfere di acido ialuronico, vitamine E e aminoacidi essenziali, fra le creme più consigliate dai dermatologi. È consigliabile inoltre abbinare alla skincare l'azione di integratori alimentari. Agendo sia dall'interno sia dell'esterno con gli stessi principi attivi, si può ottenere un miglior risultato nell'azione antiaging. È il caso di un siero viso antiage con Fospidina abbinato a un integratore per la pelle con gli stessi ingredienti, fosfolipidi e glucosamina. Novità sono gli integratori che migliorano il tono muscolare. Non si tratta di compresse per gli sportivi, ma di integratori alimentari che aiutano il buon funzionamento muscolare, il primo sostengo anche per la pelle. 

Condividi

Aggiungi un commento

 (con http://)