Ginocchia ruvide: come idratare e rendere liscia questa parte del corpo?

Pubblicato il: 17/12/2019 - Categorie: News

In estate, per i vestiti corti. In inverno, invece, saltano subito all'occhio quando si indossano jeans e collant: il fenomeno delle ginocchia bianche e secche interessa spesso anche la pelle dei gomiti, che appare sempre disidratata e rugosa. Abbiamo chiesto ai dermatologi Skinius da cosa dipende la pelle secca di gomiti e ginocchia e come venirne a capo: ne parliamo in questo articolo.

Perché ginocchia e gomiti tendono a diventare più ruvidi?

Gomiti e ginocchia secche e bianche dipendono da una naturale conformazione della pelle, che in questa parte del corpo è più sottile e a stretto contatto con l'osso sottostante. La pelle delle ginocchia non beneficia di ghiandole sebacee e di muscoli ricchi di vasi sanguigni che conferiscono il classico colore rosato al resto della cute. Per questo, è più facile che l'epidermide si presenti disidratata e ruvida.

Meglio una crema leggera e idratante o una crema ricca e nutriente per le ginocchia?

Siamo abituati a creme corpo per la pelle molto disidratata dalla texture ricca e corposa, ricca di oli ed burri vegetali. Una valida scelta per chi non ha particolari esigenze cutanee, ma quando la pelle secca delle ginocchia è molto evidente, il consiglio è puntare su formulazioni più complesse e ricercate che associano l'azione di estratti naturali ad attivi dermatologici innovativi. Le creme corpo con Fospidina favoriscono un'idratazione superficiale e profonda e un rapido assorbimento, adatto a restituire alla pelle secca di gomiti e ginocchia il suo splendore. Ottima anche l'azione dell'acido ialuronico in microsfere per prevenire ginocchia screpolate e gomiti ruvidi, mentre tra gli estratti naturali burro di karité e olio di semi di lino possono essere tra gli alleati restitutivi e nutrienti che coccolano la pelle di ginocchia anche in inverno, quando sbalzi di temperatura e freddo possono incentivare la desquamazione.

Cosa significa se la pelle delle ginocchia, oltre a essere secca, prude?

Quando avverti prurito sulla pelle di ginocchia e gomiti può dipendere da una forza di causa maggiore. Se questo inestetismo si verifica, ad esempio, dopo una depilazione con ceretta può essere dovuto a follicolite. Questa irritazione cutanea interessa il bulbi piliferi e può essere attenuata con una crema con Alusil o dagli estratti calmanti come la malva. Altre cause possono essere xerosi, psoriasi o dermatite da contatto causata da alcuni tessuti. Se il prurito alle pelle delle ginocchia è costante chiedi consulto al tuo dermatologo.

La pelle ruvida delle ginocchia può trasformarsi in rughe?

Se in principio la pelle di ginocchia e gomiti è solo bianca e secca, con il passare del tempo (nelle donne soprattutto con la menopausa), può verificarsi la comparsa di rughe evidenti e profonde, che una volta formate sono impossibili da eliminare. La prevenzione è l'unica soluzione che può fare la differenza. L'ideale è abbinare all'azione topica di una buona crema corpo anche il potere sistemico di integratore per la muscolatura e pelle a base di vitamina D3 e d estratto di Salice, oppure un trattamento con integratori per il benessere della pelle con biotina, vitamina del gruppo B, glucosamina e fosfolipidi. Questi integratori si possono assumere tutto l'anno, ma chiedi consiglio al farmacista per informazioni personalizzate.

Ringiovanire le ginocchia dal dermatologo

Quando una crema non è sufficiente a risolvere il problema delle ginocchia invecchiate e rendere la loro pelle più idratata ed elastica, si può ricorrere a trattamenti di dermatologia plastica in grado di rassodare queste parti del corpo in maniera più efficace. Un esempio sono le terapie con microiniezioni di acido acido ialuronico naturale (overlap) che contribuiscono ad attenuare le rughe rispettando la bellezza naturale della cute. Anche la radiofrequenza non ablativa aiuta a stimolare le strutture più profonde della pelle aiutando a ridurre gomiti e ginocchia bianche e ruvide.

Condividi

Aggiungi un commento

 (con http://)